Piazza Andreoli – San Possidonio (MO)

Committente: Comune di San Possidonio (MO)
Localizzazione: San Possidonio, Modena
Ruolo: Progettazione
Programma: Progettazione di uno spazio pubblico
Stato di avanzamento: Realizzato
Tempi: Progetto: 2003 / Realizzazione: 2004
Superficie: 2.500 mq
Importo lavori: 450.000,00 €

Descrizione del progetto
Il progetto riguarda il recupero e la riqualificazione urbanistica, architettonica ed ambientale di Piazza Andreoli sita in Comune di San Possidonio in provincia di Modena. La realizzazione della nuova piazza Andreoli in Comune di San Possidonio nasce dalla necessità di creare per la cittadinanza nuove e molteplici occasioni di fruizione di un luogo che, per la sua ubicazione baricentrica e per le emergenze monumentali e gli edifici specialistici che lo definiscono al contorno, rappresenta lo spazio pubblico per eccellenza dell’intera città. E’ questo infatti l’ambito in cui si concentrano le principali funzioni di servizio pubblico presenti nel territorio comunale quali la scuola materna, elementare e media, la biblioteca comunale, la chiesa parrocchiale, la nuova sede del Municipio e la maggior parte degli esercizi commerciali presenti in città. Il progetto prevede per la nuova piazza Andreoli, in conformità con le indicazioni del Piano di Recupero promosso dall’amministrazione comunale, una destinazione a piazza pubblica pedonale, da utilizzare settimanalmente come sede del mercato ambulante locale. Lo spazio della nuova piazza comprende la piazza esistente, che nello stato di fatto è destinata a parcheggio pubblico, ed il tratto di via Fanti compreso fra le vie Gramsci e la via Chiavica. La realizzazione della nuova piazza Andreoli colma il vuoto urbano attualmente costituito dal parcheggio pubblico attorno al monumento a Don Andreoli e costituisce uno spazio pubblico polifunzionale in grado di potenziare ed amplificare le funzioni svolte negli edifici al contorno. Il progetto della nuova piazza nasce dall’analisi funzionale delle attività svolte al contorno nonché dall’analisi dei significati che tale spazio assume nell’immaginario collettivo locale. Il progetto individua all’interno dell’area di intervento tre ambiti funzionali distinti e complementari: – la piazza pedonale, di forma caratteristica ad “L”, all’interno della quale si inserisce a cuneo la nuova sede municipale. In tale ambito trova collocazione l’attività di mercato ambulante periodico. Tale piazza è ottenuta da un unico piano inclinato che, scendendo a partire dall’incrocio fra la via Chiavica e la ex via Fanti, crea attorno alla nuova sede municipale una depressione che costituisce l’occasione per ricavare attorno alla nuova sede municipale una gradinata in grado di valorizzarne la presenza in contrapposizione e bilanciamento rispetto alla mole della chiesa parrocchiale; – l’area a verde pubblico, costituita da prato e alberature ad alto fusto, che costituisce un utile filtro fra la nuova piazza e la via Gramsci e la scuola elementare; – l’area monumentale, prospiciente la via Chiavica, all’interno della quale trova nuova collocazione il monumento a Don Andreoli, affiancato dalla nuova fontana di progetto. Tali ambiti sono funzionalmente connessi fra loro ed alla città da un reticolo di nuovi percorsi pedonali e ciclabili in quota città, prevalentemente orditi lungo le direzioni nord – sud ed est – ovest. Tali percorsi sono privi di barriere architettoniche, nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia. In particolare i percorsi pedonali in quota città sono di larghezza non inferiore ad 1.5m, hanno pendenza non superiore all’8% e sono privi di gradini e di discontinuità di ogni genere, in maniera tale da consentire agli utenti su sedia a ruote l’attraversamento della piazza in tutte le direzioni ed il rapido accesso agli edifici ad essa prospicienti.

Torna alla categoria: 10 - SPAZI PUBBLICI 2003